Reading Room Calcoli e fandonie LEONARDO SINISGALLI €15,00 Vai al libro Reading Room La classe avversa ALBERTO ALBERTINI €16,00 Vai al libro Reading Room Il canto delle balene FERDINANDO CAMON €14,00 Vai al libro Reading Room Gli effetti invisibili del nuoto ALESSANDRO CAPPONI €15,00 Vai al libro

Leonardo Sinisgalli

L’autore del mese

Leonardo Sinisgalli (Montemurro, Potenza, 1908 – Roma 1981) è una delle figure più originali nella letteratura italiana del Novecento. “Poeta-ingegnere”, critico d’arte, esperto di architettura, fu responsabile della pubblicità per Olivetti, Alfa Romeo, Pirelli, Finmeccanica, Eni e Alitalia. Ha fondato e diretto le riviste industriali «Pirelli», «Civiltà delle macchine», «Il Quadrifoglio». Fra le sue opere in versi ricordiamo Vidi le Muse (1943), I nuovi Campi Elisi (1947), La vigna vecchia (1956), Il passero e il lebbroso (1970), Mosche in bottiglia (1975, Premio Viareggio), Dimenticatoio (1978); tra le pagine narrative Fiori pari fiori dispari (1945), Belliboschi (1948) e Un disegno di Scipione e altri racconti (1975); gli scritti saggistici di Furor mathematicus (1950) e Calcoli e fandonie (1970).

La classe avversa

Libro del mese

“La classe avversa” è il racconto del disfacimento di un paradigma, quello che vedeva nel modello industriale a gestione familiare il segreto del miracolo italiano. Protagonista di questo romanzo di fabbrica contemporaneo è “il Poeta”, figlio e erede di uno dei proprietari dell’azienda, costretto a mostrarsi all’altezza del ruolo che gli spetta mentre studia e sogna di laurearsi in Lettere. Quando il Presidente, azionista di maggioranza, affida l’azienda a un Amministratore delegato che si rivela un tagliatore di teste, sadico e accentratore, vorrebbe fare come Franco, suo amico fin dai tempi del liceo, che si ribella e si licenzia. Ma ha tra le mani una commissione che potrebbe cambiare il futuro dell’azienda e illuminare finalmente il suo successo, anche agli occhi di Laura, giovane impiegata appena arrivata in ufficio. Il rischio è far saltare entrambe le famiglie, quella dove timbra il cartellino al mattino, e quella con cui condivide appena una colazione e un tragitto in auto fino alla scuola. Con questo romanzo disincantato e lucido, in un dialogo immaginario con lo scrittore Ottiero Ottieri, Albertini dà voce e nuova dignità a una corrosione personale e collettiva che il lavoro sembra non essere più in grado di nobilitare.

Eventi

Newsletter

Viviamo sui punti o sulle linee di intersezione di due o tre universi.

Leonardo Sinisgalli • Calcoli e fandonie.

Kafka combatte tuttora per noi, nel buio, contro i draghi, come fanno i santi

Franco Fortini • Capoversi su Kafka

Un mondo nasce e un mondo crolla

 Giuseppe Bufalari • La masseria